Autorizzazione all'uso dei Cookie

Provincia del Sud Sardegna

Divieto di sosta e transito nelle vie interessate dalla sfilata carnevalesca di giovedì 28.02.2019

Ordinanza n. 3 del 25.02.2019

Oggetto: Divieto di sosta e transito nelle vie interessate dalla sfilata carnevalesca di giovedì 28.02.2019.

PREMESSO CHE l’Assessorato al Turismo e Spettacolo, in occasione del Giovedì Grasso ha organizzato una sfilata carnevalesca con carri allegorici e gruppi mascherati per il giorno giovedì 28.02.2019;

PRESO ATTO della richiesta verbale pervenuta dallo stesso Assessorato in data 25.02.2019 al fine di predisporre l’ordinanza relativa all’istituzione del divieto di sosta in alcune delle vie comprese nel percorso della sfilata;

CONSIDERATO CHE per la sfilata è previsto il raduno in Piazza Pegli con tragitto dalle ore 15.30 come segue:
- Via Mazzini (tratto tra Piazza Pegli e Via Genova) 
- Via Genova (tratto tra Via Mazzini e Via Roma)
- Via Roma (tratto tra Via Genova e Lungomare)
- Lungomare
- Capitaneria di Porto 
e rientro dal Lungomare (zona Statua);

RAVVISATA l’opportunità di istituire i divieti di sosta e transito in alcune zone nelle quali la 
sosta ed il transito dei veicoli potrebbe rendere difficoltoso il passaggio dei carri;

VISTI gli artt. 6 e 7 del Codice della Strada;

VISTO l’art. 107 del D. Lgs. 267/2000;

ORDINA

l’istituzione del divieto di sosta e del transito temporaneo dalle ore 14.30 a termine del passaggio della sfilata carnevalesca del giorno 28.02.2019:
- nella Piazza Pegli (lato Via Vittorio Veneto e lato ovest parallelo a Via Cesare Battisti);
- nella Via Mazzini (lato destro direzione da Via Genova a Piazza Pegli).

Manda a dar notizia della presente ordinanza, mediante l’apposizione della prescritta segnaletica, transennatura e chiusura varchi di accesso, che sarà curata dall’area servizi del Comune.

La Polizia Locale e la Forza Pubblica sono incaricati del rispetto della presente ordinanza.

Il Comandante della Polizia Locale - Maurizio Aste

Dalla Residenza Municipale, lì 25.02.2019

Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale entro il termine di 60 giorni a decorrere dalla data di scadenza della sua pubblicazione all’albo pretorio del Comune ed il ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di 120 giorni a decorrere dalla stessa data.

Categoria: 

AllegatoDimensione
PDF iconsudetordd32019.pdf89.84 KB