Provincia del Sud Sardegna

Norme in materia di Turismo

Con l'integrazione alla legge regionale n. 6/2018 attraverso l'inserimento dell’articolo 21-bis “Locazione occasionale a fini ricettivi”, vengono disciplinati alcuni aspetti di questa attività. L'integrazione prevede al comma 1 che “la locazione occasionale a fini ricettivi è consentita previa comunicazione al Comune territorialmente competente con l’indicazione del periodo di disponibilità (…)”
In particolare, vengono introdotti, a carico del locatore, due obblighi prima non previsti:
- comunicazione preventiva al Comune competente per territorio con l’indicazione del periodo di disponibilità dell’immobile
- esposizione del codice identificativo IUN (Identificativo Univoco Numerico), attribuito dall’Assessorato del Turismo alle strutture extra-alberghiere come definite nell’articolo 16 della L.R 16/2017, nella commercializzazione online della propria offerta.

L’art. 6 della legge succitata riporta inoltre gli ulteriori obblighi già esistenti:
- comunicazioni di pubblica sicurezza attraverso il portale alloggiati.web
- comunicazioni a fini statistici del movimento turistico attraverso il portale regionale SIRE

Gli uffici regionali hanno attribuito lo IUN a tutte le strutture ricettive extra alberghiere esistenti in Sardegna alla data del 25 ottobre 2017. In caso di mancato inserimento della struttura nel registro regionale è possibile rivolgersi al Servizio Sistemi Informativi dell'Assessorato del Turismo.
Alle strutture avviate successivamente al 25 ottobre 2017 lo IUN viene assegnato nell'ambito della pratica telematica per l'inizio dell'attività al SUAPE.
Ai sensi della L.R.23/2018, anche le locazioni turistiche (affitti brevi) sono tenute ad avere lo IUN.
Il mancato rispetto dei suddetti obblighi è punito dall'articolo 26 della legge regionale con sanzione da € 500,00 a € 2.000,00.
Per ulteriori chiarimenti rivolgersi all'Ufficio Suape – 0781-8589272 secondo piano ex Cisternone - Via XX Settembre 183B.

Categoria: